SEO in ambito turistico, ecco alcuni spunti

Il SEO è l’ottimizzatore per i motori di ricerca, ovvero permette di migliorare il posizionamento del proprio sito o contenuto sui maggiori motori di ricerca web come: Google, Yahoo, Bing, Yandex, Baidu ecc.
Tutte le imprese e le aziende, comprese quelle del settore turistico, se ben posizionate sui motori di ricerca, solitamente tra i primi cinque, ottengono più visibilità e quindi un maggior aumento delle entrate e del fatturato.
Si pensi a quando si vuole prenotare una struttura alberghiera per una vacanza; le strutture che solitamente si guardano sono le prime perchè colpiscono maggiormente l’attenzione. Bene! Questi alberghi sono quelli che hanno utilizzato nei migliori dei modi il SEO.
Ma come fare per migliorare il proprio SEO in ambito turistico?

Le cose da fare sono molteplici e tutte fondamentali se si vuole crescere e aumentare di visibilità.
Come prima cosa, forse la più importante, bisogna fare un’analisi della concorrenza attraverso le cosiddette parole chiavi, ovvero quelle più ricercate di quel settore (da sistemare meglio).
Un altro fattore che aiuta sicuramente è l’utilizzo di contenuti facilmente accessibili e di qualità, come per esempio foto in alta definizione e con la giusta luce e prospettiva della propria struttura. Negli ultimi anni anche i video di alta qualità che ti permettono di fare il tour della struttura stanno avendo successo, soprattutto se caricati anche sul proprio canale YouTube.
Al giorno d’oggi molto importante è anche l’utilizzo dei social come Facebook e Instagram. Per ottimizzare il SEO la cosa più importante è quello di mantenerlo sempre aggiornato e tenerlo ricco di contenuti. Gli esperti consigliano di pubblicare uno o due post a settimana per far in modo che il nome della propria struttura risulti tra i primi. Si raccomanda l’uso degli hastag che sono molto importanti in per far si di essere visti dal numero maggiore di persone.
In concomitanza anche le pagine web come la Landing Page e il Sito Web sono molto importanti. E’ sempre bene tenerli aggiornati tramite articoli di blog e programmarli per permettergli di essere ottimizzate anche per la visione da Mobile.
La creazione della scheda Google My Business è fondamentale; si tratta di uno strumento gratuito che ti permette facilmente di essere conosciuto anche online. Fondamentale tenere aggiornato sempre gli orari nella propria scheda e pubblicare le foto più belle della struttura. In questa schede è possibile vedere anche le recensioni che i clienti lasciano, inutile dire che quest’ultime giocano un ruolo primario e aiutano il cliente a decidere se prenotare oppure no.

Questi sono alcuni dei più conosciuti consigli per ottimizzare il SEO nel settore turistico. E’ bene ricordare che fare SEO permette sempre, anche se non nell’immediato, di ottenere degli ottimi risultati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.