3 mestieri molto in voga tra i giovani d’oggi

Nel momento in cui si chiude il ciclo scolastico, ci si sofferma sempre a pensare al proprio futuro, in particolar modo quando non si hanno ancora del tutto le idee chiare. C’è chi sceglie di continuare a studiare andando all’università e chi decide invece di entrare da subito nel mondo del lavoro. A prescindere dalla scelta che si fa, ci sono dei mestieri sicuramente molto ambiti dai giovani d’oggi che noi abbiamo deciso di elencare per darvi un’idea e qualche spunto su cosa fare in futuro della vostra vita.

1. Avvocato

Fare l’avvocato è senza dubbio un mestiere affascinante anche se non per tutti. A prescindere che si voglia lavorare nella branca del civile o del penale, quello che accomuna le diverse specializzazioni è la laurea in Giurisprudenza, da prendere in circa 5 anni. Dopo di ciò, si effettua il praticantato presso uno studio legale e dopo di dà l’Esame di Stato per ottenere la fatidica abilitazione all’esercizio e l’iscrizione all’Albo degli Avvocati della propria città. Solo in questo modo e facendo questo percorso, potrete aprire uno studio di avvocato penalista Roma, Milano o qualsiasi altra città desideriate.

2. Insegnante

Anche l’insegnante è un ruolo davvero stimolante nella società. Si è costantemente in contatto con i giovani di oggi, a prescindere dalla loro età. Tuttavia, fare questo mestiere in Italia non è affatto semplice. Per prima cosa è necessario prendere la Laurea in Scienze della Formazione Primaria per far sì di ottenere in modo diretto il tanto ambito TFA, cioè l’abilitazione all’insegnamento necessaria per insegnare in licei, scuole medie ed elementari. Dopo di ciò, sarà necessario fare concorsi, sperare nello scorrimento delle graduatorie e successivamente fare tanta gavetta da supplente. Nonostante il percorso così ostico, vale la pena diventare insegnante? Assolutamente sì, ma solo se si ha tanta passione per questo mestiere.

3. Ingegnere

Per fare l’ingegnere è necessario avere una forte predisposizione ai calcoli e la matematica. Le branche da scegliere sono davvero diverse: da quella informatica, a quella gestionale passando per la meccanica e così via. Il terreno comune è comunque la laurea triennale che deve essere sempre e comunque in Ingegneria. Il lavoro è sicuramente molto particolare ed apre a tanti tipi di percorsi: si può lavorare in aziende edili o informatiche ma si può anche aprire uno studio e lavorare in autonomia. Tutto dipende dai vostri interessi e soprattutto dalle capacità accumulate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.