Chi è Mauro Laus

Mauro Laus è nato a Lavello (Pz) il 7 agosto 1966, è laureato in Giurisprudenza all’ Università di Torino e attualmente è amministratore di aziende private.

Un po’ di storia

Nel 2005 è stato eletto per la lista Margherita, Consigliere regionale del Piemonte.
L’ anno successivo è il primo Consigliere regionale a chiedere l’ unione tra Ds e Margherita in Regione Piemonte: è l’ inizio della costruzione del Partito Democratico.

Nel 2010 si ricandida come Consigliere regionale in Piemonte e viene eletto con quasi 8000 preferenza. In Regione è vicepresidente della Commissione cultura.

Dal 30 giugno 2014 Mauro Laus è stato nominato dal Partito Democratico, nuovo Presidente del Consiglio regionale del Piemonte, con 36 voti a favore, 10 schede bianche e 5 schede nulle, assieme al Vicepresidente Nino Beati e al Questore Angela Motta.

Consiglio Regionale Piemonte

Iniziative e proposte

Nel 2011 il Consigliere regionale Mauro Laus ha suggerito di tagliare le poltrone dell’ Atc Piemonte, agenzia territoriale per la casa, accorpando tutte le 7 agenzie esistenti, in un’ unica agenzia alla quale affidare l’ intero patrimonio delle case popolari piemontesi.

La somma risparmiata, sarebbe servita a finanziare progetti nelle abitazioni Atc, come ad esempio l’ abbattimento delle barriere architettoniche. Con l’ approvazione di questo progetto ci sarebbe stato un risparmio di oltre 700 milioni l’ anno, a parità di alloggi gestiti.

Nel 2015 il Presidente Sergio Chiamparino era pronto a dimettersi, per essere stato indagato per firme false, ma il Presidente del Consiglio Regionale Piemonte Mauro Laus, ha alzato la voce, dicendo che “Chiamparino deve andare avanti, perchè ci sono delle riforme da completare e, andando a votare per nominare un nuovo Presidente della Regione, le riforme non si farebbero più”: con questa affermazione, il Dott. Laus ha dimostrato chiaramente la devozione per la regione Piemonte.

Nella primavera dello scorso anno, il Presidente del Consiglio Regionale Laus ha autorizzato il “Torino Pride“, manifestazione sui diritti gay. La manifestazione, per la prima volta, ha ottenuto il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte e, per provocazione, il Dott. Laus, alla presentazione del “Torino Pride” ha baciato in pubblico il Coordinatore Alessandro Battaglia.

Sempre nello stesso periodo il Dott. Laus ha partecipato alla manifestazione contro le persecuzioni religiose, partita da Palazzo Civico e con arrivo all’ Arsenale della Pace, affermando che la “laicità è il terreno su cui tutte le religioni possono esprimersi”.

Qualche mese fa, a causa di un black out al sistema di votazione elettronico, il Presidente del Consiglio della Regione Piemonte Mauro Laus, ha gestito la votazione per alzata di mano, evitando così di rimandare la riunione.

Recentemente, il Presidente del Consiglio Regionale Piemonte ha appoggiato la proposta di colorare le panchine di rosso, simbolo della battaglia contro il femminicidio. A Torino sono già 33 le panchine colorate; l’ iniziativa è nata nella sesta circoscrizione e si sta espandendo anche in altre circoscrizioni del Piemonte e Mauro Laus spera che: “diventino un progetto Nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.