Sposarti dopo i 30 anni: perché conviene

Attualmente l’età per convolate a nozze è aumentata, se un tempo ci si sposava giovani ora prima dei 30 anni è difficile che una coppia decida di unirsi in matrimonio.
Alle giovani coppie innamorate si consiglia di non essere avventate e di attendere almeno i 30 anni per sposarsi per una serie di motivazioni che vanno dall’aspetto economico alla maturità personale acquisita.
Si è in un’epoca dove tutto è slittato in avanti, l’età per iniziare a lavorare, per andare a vivere da soli per rendersi autonomi ed indipendenti economicamente.
In una società simile dove si finisce l’università ad almeno 24 anni non è concepibile sposarsi prima dei 30 anni, in quanto l’ingresso nel mondo del lavoro è certamente posticipato alla laurea o alla fine degli studi con il diploma.

A seguire argomentazioni, distinte in motivazioni psicologiche ed economiche, sul perché conviene sposarsi dopo i 30 anni con un elenco dei vantaggi.

Perché sposarsi dopo i 30 anni: motivazioni psicologiche

Nell’esporre argomentazioni a favore e sostegno della scelta di sposarsi dopo i 30 anni si ritiene che si debba tenere in considerazione le motivazioni psicologiche e come anticipare i tempi possa comportare un esito negativo nel lungo andare portando ad una separazione.
Vediamole nel dettaglio:

  • Esperienze personali: chi decide di sposarsi sta per compiere un passo importante,da dove si può anche anche tornare indietro, ma in modo doloroso, dato che il matrimonio dovrebbe in teoria durare tutta la vita, ragion per cui è importante aver maturato le giuste esperienze personali. Quando si parla di esperienze personali si fa riferimento non solo a quelle amorose, ma anche alle esperienze di vita come viaggi e studi;
  • Maturità: sposarsi troppo giovani non è consigliabile soprattutto se non si è acquisito la maturità che serve a costruire un rapporto di coppia.

Perché sposarsi dopo i 30 anni: motivazioni economiche

Quando si sposa bisogna essere indipendenti non ha senso unirsi in matrimonio per andare a vivere con i genitori o farsi mantenere economicamente dagli stessi, ragion per cui sposarsi dopo i 30 anni ha chiare motivazioni economiche.
Vediamole nel dettaglio:

  • Avere terminato gli studi: sposarsi dopo i 30 anni significa aver terminato gli studi, un aspetto rilevante se si vuole creare una famiglia, soprattutto perché unendosi in coppia con un’altra persona il tempo si riduce e sarebbe complesso studiare, lavorare e fare il marito o la moglie o eventualmente il genitore;
  • Avere un lavoro: si sa che l’introduzione nel mondo del lavoro è tardiva, ragion per cui sposarsi dopo i 30 anni implica che si sia già titolari di un impiego e comporta quell’indipendenza economica necessaria per chi vuole sposarsi. Un matrimonio costa sia per quanto concerne l’organizzazione della cerimonia sia per il post per cui bisogna affrontare le diverse spese legate alle utenze, alla spesa e alla casa a cui senza un lavoro è impossibile far fronte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.