Luoghi imperdibili da visitare in Ungheria

L’Ungheria non è solamente Budapest, dove le testimonianze dell’Impero Austro-Ungarico sono ben presenti, ma possiede anche altre importanti attrazioni come le sorgenti termali, molto valorizzate dai Romani; una ricca campagna dove le zone dominate dai vigneti regalano panorami bucolici e il Balaton, un lago talmente esteso che pare essere un piccolo mare. Programmando un viaggio in questa terra, queste sono le cose da vedere in Ungheria.

1) Budapest

La capitale magiara è una città costituita da due parti ben distinte: la vecchia Buda, collocata su di una collina che conserva una serie di edifici asburgici in stile neoclassico e la moderna Pest, fulcro del commercio e della movida cittadina, dove si possono ammirare architetture in stile Art Nouveau.

Budapest è stato il centro della comunità culturale ungherese e ha ospitato artisti, musicisti e letterati. In questa città è possibile miscelare il divertimento notturno che si sviluppa maggiormente a Pest e la storia e la cultura che vive nella parte vecchia di Buda.

La visita di Budapest dev’essere effettuata avendo tempo a disposizione essendoci tanti punti d’interesse che sarebbe un peccato non conoscere.

2) Lago di Balaton

Si tratta del più esteso lago di acqua dolce presente nell’Europa centrale. Chiamato anche Mare Ungherese dal momento che il Paese non ha sbocchi sul mare, è frequentato tanto dai turisti che dagli ungheresi che vogliono godersi una vacanza balneare. Circoscritto da basse colline e da vigneti, nei suoi dintorni è possibile trovare pittoreschi paesini dove il tempo pare essersi fermato. Ad esempio la cittadina di Herend merita una sosta per via del Museo della Porcellana più grande al mondo; ma anche la penisola Tihany, merita di essere conosciuta essendo una nota località di villeggiatura sul Balaton.

3) Abbazia Benedettina e Balatonfüred

Dal lago di Balaton si può arrivare alla seicentesca Abbazia Benedettina per ammirare un fantastico panorama sul lago e sulla campagna circostante. Da considerare che durante la primavera i mandorli fioriscono e a giugno sboccia la lavanda: un’incredibile scenografia profumata. Raggiungete il vecchio porticciolo per passeggiare sul caratteristico lungolago fino a toccare Balatonfüred, luogo poetico amato da scrittori ed artisti.

4) Sciare in montagna tra boschi e grotte

Sui monti che si trovano nella parte settentrionale dell’Ungheria, si può sciare tra le foreste essendoci alcuni comprensori attrezzati che servono chilometri di piste, come il territorio di Síaréna Eplény a mille metri d’altitudine. Gli amanti della natura possono optare per i monti Bükk e raggiungere le grotte di Lillafüred. Infatti questa zona è ricca di grotte visitabili facilmente dove ammirare stalattiti e pareti calcaree come la Grotta di Petofi, nota soprattutto per conservare fossili di vegetali estinte.

5) Città da visitare

Come accennato, l’Ungheria non è solamente Budapest ma offre altre città meritevoli di essere conosciute come, ad esempio, Sopron che resta ad una sessantina di chilometri da Vienna e a meno di dieci dal confine con l’Austria. La cittadina è famosa non solo per la rigogliosa natura che la circonda ma anche per i tanti edifici di epoca medioevale e di epoca barocca che si trovano nel suo centro storico e che sono perfettamente conservati. Dei 240 palazzi tutelati, ben 115 fanno parte della lista di monumenti di livello nazionale: tutti sono ubicati all’interno di una cinta muraria di epoca medioevale, realizzata sopra delle rovine romane.

Pécs merita di essere visitata essendo stata la Capitale culturale d’Europa nel 2010. Si trova non lontano dalla Croazia nella parte sud-ovest dell’Ungheria. Al suo interno da non perdere la moschea Gazi Kasim, il mausoleo di Idris Baba e la Necropoli romana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.