Svapoweb: Arcangelo Bove riammesso da ANAFE

Arcangelo Bove, titolare dell’azienda Svapoweb, è stato riammesso da ANAFE, l’associazione nazionale produttori di fumo elettronico di Confindustria.

Bove era stato temporaneamente sospeso nell’attesa che si facesse chiarezza su una vicenda che aveva riguardato la sua azienda, tuttavia è stato confermato che SvapoWeb non aveva commesso alcun reato, dunque il suo titolare è stato prontamente riammesso.

 

Un piccolo equivoco amministrativo

 

L’episodio di cui si sta parlando risale ad alcuni mesi addietro, quando l’azienda Svapo web, specializzata nella vendita di sigarette elettroniche e prodotti affini, è stata interessata da un controllo.

Nell’occasione furono trovate alcune merci prive di fatturazione, delle merci che erano appena giunte in magazzino: Bove ha subito specificato che le merci in questione erano state consegnate con congruo anticipo rispetto alla data prevista, e per questa ragione gli impiegati dovevano ancora provvedere a produrre le relative fatturazioni.

La totale buona fede dell’imprenditore e di tutta la sua azienda è parsa evidente fin da subito, anche in considerazione del fatto che i tempi massimi entro cui le fatturazioni devono essere prodotte non erano stati superati, tuttavia la vicenda ha dovuto concludersi in tribunale.

 

Totale assoluzione per svapoweb

 

Il Tribunale del Riesame di Benevento non ha avuto alcun dubbio, e ha assolto SVAPO WEB e il tuo titolare in modo totale: nessun reato è stato commesso, di conseguenza la questione si è chiusa senza neppure una piccola sanzione amministrativa.

Quello che sembrava essere un vero e proprio caso, dunque, si è subito manifestato per ciò che era realmente, ovvero un banale equivoco amministrativo.

 

Il temporaneo oscuramento dell’e-commerce

 

La vicenda si è conclusa nel migliore dei modi, dunque, ma è innegabile che l’azienda e il suo titolare abbiano vissuto un periodo per nulla semplice.

L’aspetto più grave è stato rappresentato dal temporaneo oscuramento del sito Internet Svapoweb.it, ovvero l’e-commerce attraverso cui l’azienda opera servendo migliaia e migliaia di clienti.

L’oscuramento di un e-commerce così rinomato, indiscusso leader nel suo settore, ha suscitato non poco scalpore tra i consumatori, ma per fortuna il sito web è tornato in rete in breve tempo.

 

L’allontanamento e la pronta riammissione di Bove

 

Questo banale equivoco amministrativo ha avuto anche un’altra conseguenza, anch’essa, per fortuna, prettamente temporanea: il titolare di www.svapoweb.it, Arcangelo Bove, è stato temporaneamente allontanato da ANAFE.

Tale associazione di Confindustria ha allontanato l’imprenditore nell’attesa che si facesse chiarezza su quanto accaduto all’interno della sua azienda, e anche questo è stato un problema non di poco conto per il signor Bove: non appena il Tribunale del Riesame di Benevento si è espresso, tuttavia, ANAFE non ha tardato a fare un passo indietro, riammettendo subito Bove tra i propri associati.

 

A seguito di questa vicenda, dunque, SVAPO ha ripreso ad operare con regolarità, e ciò merita di essere sottolineato con positività, da un lato perché migliaia e migliaia di consumatori si servono da questo sito Internet per acquistare sigarette elettroniche e prodotti affini, dall’altro perché svapoweb è davvero un Case History esemplare, essendo un’azienda italiana che in breve tempo ha saputo divenire leader nel proprio settore, riuscendo a creare molti posti di lavoro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.